Come Collegare un Hard Disk del Portatile al PC Fisso?

I computer portatili e desktop erano considerati i migliori cervelli dell’era moderna. Queste due cose hanno pagato piattaforme per il loro sviluppo e lo sviluppo del settore. Sebbene funzionino in modo simile, i componenti fisici differiscono per dimensioni e altri fattori per confortare l’utente ai suoi limiti al limite.

I dischi rigidi utilizzati nei laptop possono essere suddivisi in tre unità IDE, SATA e SSD (SSD e SSHD). Sebbene queste unità siano generalmente presenti in questa generazione, la principale difficoltà è con le schede madri desktop. Solo se la scheda madre supporta e fornisce l’opzione per connettere il disco rigido, solo allora è possibile collegarlo. Ci sono possibilità che un laptop possa danneggiare gravemente e dover eseguire recupero dati hard disk.

Ostacoli:

Le schede madri precedenti che utilizzano il connettore PS2 o il supporto aggiuntivo per connettere altri componenti hardware non sono adatte per i dischi rigidi dei laptop. Non hanno la possibilità di accettare i dischi rigidi del laptop e supporta la massima velocità di trasferimento dati di soli 100 Mbps. La scheda madre dovrebbe avere la compatibilità IDE e SATA come minimo per collegare i dischi rigidi del laptop. È un processo complesso per collegare dischi rigidi per laptop SATA e SSD nelle schede madri con compatibilità IDE da solo.

Tecniche coinvolte:

I dischi rigidi per laptop possono essere facilmente collegati con le schede madri del desktop usando facilmente i connettori. Questi connettori e adattatori non sono altro che bus seriali e dispositivi sincroni per collegare i dischi rigidi dei laptop alle schede madri. I dischi rigidi possono essere collegati in due modi.

  1. Direttamente con la scheda madre
  2. Attraverso dispositivi USB

Dipende dai connettori e dagli adattatori utilizzati. Supponiamo che se la scheda madre non ha supporto USB è possibile utilizzare IDE per IDE, SATA to IDE e SSD per connettori di tipo IDE da collegare. Se la scheda supporta la connessione USB, la connessione non è un problema complesso e non è necessario aprire l’armadio della CPU e il cablaggio.

Passi:

Prima di iniziare, spegnere il PC e rimuovere le schede di alimentazione dai punti di innesto in quanto potrebbe danneggiare i componenti duttili.

  • Rimuovere il disco rigido dal portatile
  • Trova il tipo di disco rigido dall’etichetta
  • Verifica le specifiche della scheda madre del PC
  • Acquista il connettore o l’adattatore che è necessario
  • Collegare il disco rigido correttamente con l’adattatore e la scheda madre del PC
  • Controlla il disco rigido collegato nel BIOS

Modificare i ponticelli nel disco rigido o modificare la priorità del primo dispositivo di avvio al fine di montare il disco rigido del portatile come dispositivo di archiviazione non avviabile.

(Ponticello – un componente meccanico minuto nell’HDD che indica la scheda madre se è primaria o secondaria)

La velocità dell’accesso e del recupero dei dati dipende dalla velocità della scheda madre del desktop e dal processore, poiché il disco rigido è solo un dispositivo di archiviazione secondario e l’intero controllo si trova sul PC desktop. I principali inconvenienti di utilizzare USB su connessione diretta con la scheda madre sono

  • Le unità avviate tramite USB non vengono avviate facilmente, ma richiede la modifica manuale delle impostazioni nel BIOS
  • La velocità effettiva dell’unità non viene raggiunta a causa del processo di sincronizzazione lento e instabile

Tipi di connettori e adattatori:

Oggigiorno sono disponibili in bundle a basso costo nei negozi di hard ware per PC e nei siti di e-commerce. Qui il tipo è elencato in base alla sua funzionalità. Sono IDE a IDE, IDE a SATA, IDE a USB, SATA a IDE, SATA a SATA, SATA a USB, SSD a IDE e SSD a SATA.

Vantaggi:

  • Al momento il recupero dei dati dal portatile danneggiato utilizzando il software di recupero dati.
  • Anche se il portatile è danneggiato al massimo e non può essere sostituito, la connessione dell’HDD al PC desktop sarà efficiente.
  • Spazio di archiviazione su disco aggiuntivo

Svantaggi:

  • Il laptop può contenere un sistema operativo completamente diverso. Appare un problema di master slave sul collegamento diretto con la scheda madre
  • Il PC desktop che utilizza le porte USB nelle schede aggiuntive non fornisce un buon supporto per l’HDD portatile USB
  • È difficile trovare connettori e adattatori per disco rigido portatile con tecnologie eSATA e mSATA
  • Confusione master slave nell’avvio di due diversi dischi rigidi con diversi sistemi operativi

Precauzioni:

In tutti i connettori che supportano il disco fisso IDE deve essere minimo IDE 2.5 e superiore. E se la scheda madre supporta solo IDE, allora deve essere compatibile con IDE 3.5 altrimenti il processo finirà in assalti.

Se si collega l’HDD del portatile con il desktop per recuperare i dati, utilizzare uno strumento potente come Remo Recupero Dati Software per ripristinare i dati. Poiché alcune applicazioni di terze parti saranno compatibili con le unità connesse. Ad esempio, il software di ripristino può essere sviluppato solo per dischi rigidi di tipo SATA o il software non ha il supporto per il disco rigido danneggiato del sistema operativo, ecc.

 

Come Collegare un Hard Disk del Portatile al PC Fisso? was last modified: Dicembre 6th, 2019 by Remo Software

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*