Ottimizzazione Prestazioni SSD su Windows 10 PC

Questo articolo guida all’ottimizzazione delle prestazioni SSD su PC Windows 10 con metodi semplici. Un disco a stato solido (SSD) è un disco di archiviazione avanzato che funziona su chip di memoria flash elettromagnetici. I componenti all’interno dell’SSD che vengono utilizzati per leggere e scrivere i dati sono chiamati transistor a gate flottante. Sono un tipo speciale di transistor in cui la carica può essere immagazzinata nella gate flottante e rimangono, anche quando l’alimentazione viene rimossa dal circuito. Nel complesso, a differenza di un disco rigido, SSD è progettato per la nuova generazione del computer per fornire prestazioni avanzate e veloci

Se ti stai chiedendo come ottimizzare SSD per Windows 10, questo articolo potrebbe guidarti attraverso le procedure senza problemi per realizzarlo. L’ottimizzazione SSD di Windows 10 richiede di comprendere le seguenti metodologie menzionate di seguito. Prima di procedere all’ottimizzazione dell’SSD, comprendiamo l’impatto della deframmentazione sull’SSD.

Non deframmentare l’unità a stato solido su Windows 10

Se stai pensando di deframmentare il tuo SSD è un’opzione saggia per ottimizzare le prestazioni, ti preghiamo di escluderlo. La deframmentazione di SSD in Windows 10/8 non è possibile. La deframmentazione di un SSD provoca solo scritture non necessarie sull’unità, rallentando così le prestazioni dell’SSD.

In alcuni altri casi, Windows può inviare il comando TRIM su una pianificazione per eseguire una pulizia per eliminare i blocchi che non sono più in uso. Solo se esegui manualmente la manutenzione automatica nel Centro operativo, il tuo SSD verrà deframmentato. La manutenzione automatica non eseguirà la deframmentazione sull’unità SSD.

Oltre a una funzione TRIM, non esiste alcuna differenza funzionale tra un SSD e un HDD, almeno in una prospettiva di prestazioni. Forse questo pensiero deriva dal fatto che gli SSD non possono sopravvivere a lungo una volta che hanno raggiunto un certo numero di cicli di lettura / scrittura.

Ottimizzazione SSD in Windows 10

Di seguito sono elencati i pochi metodi che possono essere implementati per l’ottimizzazione di SSD su Windows 10 senza sforzo

  1. Trim SSD (Trim unità a stato solido)
  2. Impostare il controller SATA in modalità AHCI per migliorare le prestazioni dell’SSD
  3. Indicizzazione del disco
  4. Regola i file di paging

Metodo 1: funzionalità TRIM SSD.

Il trim SSD è la funzione essenziale per migliorare le prestazioni dell’SSD e mantenerlo al massimo delle prestazioni. Aiuta il conducente a essere più efficiente cancellando i dati dai blocchi che non sono più in uso. La cancellazione di questi blocchi riduce la velocità di scrittura e mantiene prestazioni ottimali per tutta la durata della vita. Per impostazione predefinita, il trim SSD sarà abilitato.

Sebbene l’uso di TRIM assicuri le elevate prestazioni del tuo SSD, elimina la possibilità di recupero dei dati sul tuo dispositivo perché cancella completamente i blocchi di dati quando esegui operazioni di “cancellazione”. Questo è il motivo per cui così tanti utenti vogliono disabilitare TRIM per rendere i loro dati recuperabili. Andando avanti, comprendiamo come abilitare il trim SSD se non è abilitato.

Se stai cercando come verificare se TRIM è abilitato, segui i passaggi indicati di seguito

  • Fai clic sul pulsante “Start” sul tuo computer e digita cmd
  • Fai clic con il tasto destro del mouse su “Prompt dei comandi” e scegli “Esegui come amministratore”.
  • Immettere il comando seguente: “query di comportamento fsutil DisableDeleteNotify”
  • Se si incontra un comando DisableDeleteNotify = 0, che indica che la funzione è abilitata.

Dovrai utilizzare solo i tasti Comando per abilitare TRIM su Windows 10 e seguire i passaggi indicati di seguito

  • Utilizzare il tasto Windows + X la scorciatoia da tastiera per aprire il menu Power User e selezionare Prompt dei comandi (Admin).
  • Digita il seguente comando e premi Invio: “fsutil behavior set DisableDeleteNotify 0”
  • Dopo aver eseguito il comando, noterai lo stesso DisableDeleteNotify = 0, che indica che la funzione è abilitata. Se l’output è DisableDeleteNotify = 1, TRIM è attualmente disabilitato sul dispositivo.

Metodo 2: impostare il controller SATA in modalità AHCI per migliorare le prestazioni dell’SSD

Il controller SATA è impostato sulla modalità AHCI (Advanced Host Controller Interface) per impostazione predefinita nella maggior parte delle schede madri, che funziona meglio con gli SSD. Per ottenere prestazioni migliori, impostare la modalità del controller SATA su AHCI nel BIOS del sistema. Per modificare la modalità SATA da IDE a AHCI, è necessario eseguire i passaggi seguenti:

  • Premere i tasti WIN + R e digitare “msconfig”, quindi premere Invio.
  • Nella scheda Avvio, seleziona Avvio sicuro, applica le modifiche e riavvia il computer in modalità provvisoria.
  • Premere un tasto specifico (principalmente F2 o DEL) per avviare le impostazioni del BIOS (se non è possibile avviare il BIOS, disabilitare QuickStart e riprovare) e cambiare la modalità SATA da IDE ad AHCI. Quindi salvare le impostazioni per uscire e riavviare.
  • Questa volta Windows verrà avviato in modalità provvisoria. Eseguire di nuovo “msconfig” e deselezionare l’opzione Avvio sicuro sotto la scheda Avvio e riavviare il computer.

Metodo 3: disabilitare l’indicizzazione del disco

L’indicizzazione è una grande funzionalità progettata per fornire un rapido accesso a file o cartelle su un disco rigido. Tuttavia, si consiglia di disabilitare l’indicizzazione del disco su SSD per ridurre le scritture su di esso. Influenza anche le prestazioni di SSD a lungo termine. Ecco i passaggi indicati di seguito per disabilitare l’indicizzazione del disco.

  • Fare clic con il tasto destro del mouse sull’unità specifica in Questo computer e selezionare Proprietà.
  • Nella scheda Generale, deseleziona “Consenti ai file su questa unità di avere contenuti indicizzati oltre alle proprietà dei file per disabilitare l’indicizzazione del disco.

Metodo 4: regola i file di paging (solo se il sistema ha meno RAM)

Questo metodo può essere applicato al sistema operativo con RAM bassa. Regolando l’impostazione del file di paging sarai in grado di bilanciare le prestazioni dell’SSD. Per regolare il file di paging seguire i passaggi indicati di seguito

  • Fare clic con il tasto destro su Questo computer e selezionare Properties.
  • Seleziona “Advanced System Settings” e poi “Settings” nella sezione Prestazioni.
  • Seleziona il “Change” pulsante sotto il “Advanced” linguetta.
  • Nella finestra pop-out, deseleziona l’opzione Gestisci automaticamente i file di paging, quindi seleziona l’unità C: dall’elenco
  • Scegliere “Custom Size” e prima imposta un numero come Dimensione iniziale e un altro numero per la Dimensione massima. Quindi fare clic su “Set” pulsante prima di fare clic “OK” per salvare le modifiche.

Dopo aver seguito le metodologie di cui sopra, completerai correttamente le prestazioni dell’ottimizzazione SSD su PC Windows 10.

Se ti capita di incontrare uno scenario di perdita di dati dopo aver implementato i metodi sopra menzionati, Remo Recover è un’applicazione affidabile per recuperare dati da SSD. Può riconoscere oltre 300 formati di file, gli algoritmi di scansione possono recuperare i dati senza sforzo.

Ottimizzazione Prestazioni SSD su Windows 10 PC was last modified: August 21st, 2020 by Remo Software

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*